Uso dei farmaci in Italia, presentato il Rapporto OsMed 2019

È stato presentato a Roma il Rapporto OsMed 2019, relativo all’uso dei farmaci in Italia. Ne dà notizia la stessa Aifa, la quale rende noto che «il Rapporto mostra il quadro nazionale dell’assistenza farmaceutica nella sua interezza, erogata sia in ambito territoriale che ospedaliero, a carico del Servizio sanitario nazionale (Ssn) e tramite l’acquisto privato da parte del cittadino».

«Nel 2019 – evidenzia Francesco Trotta, dirigente dell’Ufficio monitoraggio della spesa farmaceutica e rapporti con le Regioni dell’Aifa – la spesa farmaceutica totale è stata di 30,8 miliardi di euro, con un aumento del 5,8% rispetto all’anno precedente. Quest’incremento – ha proseguito Trotta – è dovuto ai farmaci acquistati dalle strutture pubbliche (+18,3%) e all’acquisto privato dei farmaci di (classe A: +13,5%; classe C: +6,6%). La quota rimborsata dal Servizio sanitario nazionale è stata il 76,4%». Il dirigente spiega in proposito che «dal punto di vista dei consumi i dati mostrano che ogni italiano ha assunto in media 1,6 dosi di farmaco al giorno, per una spesa media pro capite di 510 euro (390 euro a carico del Ssn)».

«Questo è il Rapporto che segna i venti anni di attività dell’OsMed e lo presento con grandissimo piacere – dichiara Nicola Magrini, direttore generale dell’Aifa. Quando tutto cominciò l’idea era di fotografare la spesa pubblica e privata; successivamente si è fatto lo sforzo di valutare se l’uso dei farmaci disponibili fosse in linea con le migliori evidenze e nel corso degli anni si è arrivati a parlare di usi razionali, appropriati, ottimali dei farmaci». Quanto ai flussi, il dirigente mette in luce che oggi essi «sono in grado di fornire dati utili per il budget impact, per l’andamento delle previsioni, per il rispetto dei tetti di spesa, per il buon uso delle risorse disponibili, per la capacità di copertura del sistema sanitario dei bisogni dei cittadini rispetto ai farmaci».

© Riproduzione riservata

Documenti Allegati