Guacci alla Regione: «Disponibile a titolo gratuito per la logistica del vaccino anticovid»

«In considerazione del nostro alto ruolo sociale svolto quotidianamente, nonché della nostra visione di gestione etica d’impresa che si manifesta in tutte le relazioni attraverso valori e principi ereditati, diamo la nostra disponibilità come “Hub – Centro di destinazione” dedicando a titolo gratuito degli spazi del nostro magazzino di Nola alle Dosi Vaccinali destinate alla successiva ripartizione secondo il modello distributivo di cui al citato Piano». Sono le parole di Luigi Guacci, presidente della Guacci Spa, in una nota inviata al Governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Come è noto, «sabato 13 marzo – si legge nella missiva – è stato diffuso il nuovo Piano Vaccinale del Commissario Straordinario, Generale Figliuolo, che fissa le linee operative per completare al più presto l’immunizzazione indicando la distribuzione efficace e puntuale dei vaccini tra i pilastri della stessa campagna. Nel Piano, inoltre, si legge: “Superare l’emergenza significa mettere in sicurezza gli Italiani per far ripartire il Paese”. “Tutto il Sistema Paese contribuisce a pieno titolo alla campagna vaccinale”». In tale direzione «dinanzi a questa storica sfida – prosegue la nota -, intendo comunicarLe la piena disponibilità della Guacci Spa, azienda con Sede legale e logistica in Campania che da oltre 70 anni opera al servizio delle farmacie territoriali e, quindi, della comunità. Svolgiamo l’attività di distribuzione farmaceutica avendo sempre come fine unico quello di contribuire a garantire la tutela del fondamentale diritto alla salute, con un atteggiamento di massima collaborazione e di trasparenza con le Istituzioni pubbliche e le Autorità regolatorie».

Infine, un’ultima precisazione, relativa alle conseguenti fasi logistiche: «Tengo a precisare che con la presente non intendo entrare nel merito delle successive fasi di distribuzione, per le quali auspico, anche come farmacista, la convocazione ed il coinvolgimento attivo di tutte le Organizzazioni in indirizzo che ci rappresentano, al fine di definire anche validi protocolli operativi per la corretta gestione delle conseguenti fasi (trasporto, tracciabilità delle confezioni, somministrazione, ecc.)».

© Riproduzione riservata