Credito di imposta canoni locazione, istituito codice tributo per F24

Come è noto, l’articolo 28 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, riconosce un credito d’imposta commisurato all’ammontare dei canoni di locazione, leasing o concessione di immobili ad uso non abitativo, ovvero dei canoni dovuti in relazione a contratti di servizi a prestazioni complesse o di affitto d’azienda che comprendono almeno un immobile a uso non abitativo. Si tratta di una misura finalizzata a sostenere le attività a maggior fabbisogno nelle necessità conseguenti al periodo di massima espansione della pandemia da coronavirus.

Per questo motivo, l’Agenzia delle entrate ha il codice “6920” denominato “Credito d’imposta canoni di locazione, leasing, concessione o affitto d’azienda – articolo 28 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34”. «In sede di compilazione del modello F24 – puntualizza l’Agenzia -, il suddetto codice tributo è esposto nella sezione “Erario”, nella colonna “importi a credito compensati”, ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”. Il campo “anno di riferimento” è valorizzato con l’anno per il quale è riconosciuto il credito d’imposta, nel formato “AAAA”».

© Riproduzione riservata