Guacci. la distribuzione farmaceutica al servizio della tua farmacia. Scegli Guacci per crescere in valore ed efficienza.

Un filo diretto con i farmacisti: Hai bisogno di supporto o altro? Contattaci

Coronavirus, Cnfc classifica l’infezione tra i temi di “interesse nazionale”

Con i recenti dati aggiornati in merito alla diffusione del coronavirus 2019-ncov al di fuori dell’area di sviluppo primario si rende sempre più necessario l’apporto formativo ed informativo dei professionisti sanitari. Gran parte delle operazioni volte alla prevenzione, infatti, passano per l’esecuzione di una serie di accorgimenti per i quali è necessaria un’adeguata formazione. È con questi propositi che la Commissione nazionale formazione continua in seno all’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) ha deliberato l’inserimento dell’infezione da coronavirus 2019-ncov tra i temi di interesse nazionale. Ciò con una delibera dello scorso 12 febbraio, con la quale l’organo ha stabilito che la tematica rientra tra gli obiettivi formativi n. 20, 32 e 33, rispettivamente relativi a «tematiche speciali del Ssn e/o Ssr a carattere urgente e/o straordinario individuate dalla Cnfc e dalle regioni/provincie autonome per far fronte a specifiche emergenze sanitarie con acquisizione di nozioni tecnico-professionali».

In merito agli accorgimenti che i cittadini possono applicare per una corretta prevenzione, è utile ricordare che l’Istituto superiore di sanità (Iss), in collaborazione con ministero della Salute e con l’adesione di Fofi e di Federfarma, oltre agli ordini professionali dei medici e delle principali società scientifiche e della Conferenza Stato Regioni, ha diffuso una locandina contenente un decalogo con dieci regole di buon senso. Tra questi, «Lavati spesso le mani, evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute, non toccarti occhi, naso e bocca con le mani, copri bocca e naso se starnutisci o tossisci, non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico, pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol, usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate, i prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi, contatta il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni», ed infine «gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus».

© Riproduzione riservata