Guacci. la distribuzione farmaceutica al servizio della tua farmacia. Scegli Guacci per crescere in valore ed efficienza.

Un filo diretto con i farmacisti: Hai bisogno di supporto o altro? Contattaci

Ciproterone acetato, dall’Aifa ulteriori restrizioni per l’uso

Una circolare del 16 aprile 2020 diramata da Bayer Spa., in collaborazione con l’Agenzia europea dei medicinali (Ema) e l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), rende note ulteriori restrizioni all’uso di ciproterone acetato per il rischio di meningioma. Più nel dettaglio, l’Agenzia fa sapere che «è stata segnalata la comparsa di meningiomi (singoli e multipli) in associazione con l’uso di ciproterone acetato, prevalentemente a dosi pari o superiori a 25 mg/die». Per questo motivo «il rischio di meningioma aumenta con l’aumento della dose cumulativa». L’uso dei farmaci a base di ciproterone acetato, inoltre, «è controindicato nei pazienti con meningioma o con anamnesi di meningioma».

Quanto ai pazienti, le autorità fanno sapere che essi «devono essere controllati relativamente al meningioma, secondo la normale pratica clinica». Inoltre «se ad un paziente in trattamento con ciproterone acetato viene diagnosticato un meningioma, il trattamento deve essere interrotto in maniera definitiva». Come è noto, in Italia il farmaco Androcur non è indicato nelle donne. Negli uomini, invece, «per indicazione di riduzione delle deviazioni dell’istinto sessuale, negli uomini, il ciproterone acetato (50 mg/100 mg/300 mg/3 ml) può essere usato quando altri interventi sono considerati inadeguati». Per il trattamento antiandrogeno nel carcinoma prostatico inoperabile l’uso resta immodificato.

© Riproduzione riservata